mercoledì 20 gennaio 2016

CLASSE DEI MINERALI - ELEMENTI NATIVI (Class of minerals - Native elements)

Oro

 ELEMENTI NATIVI 

Ben pochi elementi si trovano liberi, cioè allo stato "nativo", in natura. La facilità che hanno i metalli e i metalloidi ad associarsi con altri elementi e, in special modo, con I'ossigeno fa si che sulla crosta terrestre si trovino quasi esclusivamente i composti. Da questi è possibile ricavare I'elemento con procedimenti a volte relativamente semplici e tali da consentirne I'utilizzazione nella tecnica, a volte cosi complessi.e onerosi che l'isolamento dell'elemento diventa un'operazione a scopo puramente scientifico. 
I pochi elementi che si trovano allo stato nativo in natura devono questa possibilità alla difficoltà di unirsi ad altri elementi (come è il caso dei metalli nobili oro e platino) o all'azione di particolari ambienti riducenti che riesce a vincere la tendenza a combinarsi di alcuni metalli e non metalli.
Un caso eccezionale è quello del ferro, che può raggiungere la crosta terrestre, allo stato nativo, sotto forma di meteorite.











ZINNWALDITE - Silicati (Silicates)


ZINNWALDITE

KLiFeAl(F, OH)2AlSi3O10

SISTEMA: Monoclino
DUREZZA: 2,0 - 3,0
DENSITÀ: 2,9 - 3,2
SFALDATURA: Molto buona
FRATTURA: Foliare, elastica
COLORE: Da bianco-grigio a nero
COLORE DELLA POLVERE: Bianco
LUCENTEZZA: Madreperlacea, vitrea, metalllica

Cristallizza in individui imperfetti pseudoesagonali solitamente riuniti in pacchi di lamelle disposte a raggiera. Può essere bianco-grigiastra, grigio argentea, giallastra, bruna o nera. 
Ha lucentezza vitrea, perlacea sui piani di sfaldatura, e come tutte le miche è caratterizzata da una perfetta sfaldatura secondo il pinacoide basale.

CARATTERI DIAGNOSTICI - È attaccata dagli acidi e al cannello (se è ricca di ferro) fonde in un globulo nerastro magnetico, colorando la fiamma in rosso vivace per la presenza del litio.

ORIGINE - La zinnwaldite è un minerale di genesi pneumatolitica, caratteristico dei filoni stanniferi e di alcune pegmatiti granitiche alcaline.

GIACIMENTI E USI - Si trova nei filoni stanniferi della Boemia e della Cornovaglia. È presente anche nelle pegmatiti di Amelia in Virginia, nella contea di San Diego in California, a Wakefield nel Québec (Canada) e nel Madagascar. 
In Italia venne osservata nel porfido quarzifero di Cuasso al Monte (Varese) e nei geodi di granito di Baveno sul Lago Maggiore.

La zinnwaldite è un buon minerale di litio.




ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z