venerdì 3 giugno 2016

BROOKITE (Arkansite) - Ossidi (Oxides)



BROOKITE

TiO2

SISTEMA: Rombico
DUREZZA: 5,5 - 6,0
DENSITÀ: 3,9 - 4,2
SFALDATURA: Poco distinta
FRATTURA: Irregolare
COLORE: Da bruno a nero
COLORE DELLA POLVERE: Bruno-giallo, giallo
LUCENTEZZA: Da metallica ad adamantina


Si presenta sempre in bei cristalli lucenti, con abito distintamente tabulare, talora fortemente striati. Il colore è simile a quello dell'anatasio: può variare da bruno chiaro fino a nero ferro. 

CARATTERI DIAGNOSTICI - Come per l'anatasio, l'abito dei cristalli rende questa specie inconfondibile.

ORIGINE - La brookite è una specie tipica delle litoclasi delle rocce scistose alpine, ove si presenta associata non di rado all'anatasio, di cui è tuttavia notevolmente più rara.

GIACIMENTI - Pregevoli campioni sono stati rinvenuti nei Grigioni (Svizzera), nelle Alpi francesi e in Austria. In Italia la brookite fu trovata a Sondalo in Valtellina e nell'Appennino ligure. 
Fuori della zona alpina, bei cristalli provengono dagli Urali e soprattutto da Magnet Cove Arkansas, Usa): qui i cristalli, di colore nero, non sono tabulari, ma presentano un caratteristico abito prismatico piuttosto tozzo (varietà arkansite).

USI - Alcuni giacimenti offrono qualità di minerale utile per l'estrazione del titanio.