martedì 5 aprile 2016

HEDENBERGITE - Silicati (Silicates)


HEDENBERGITE

CaFeSi2O6

SISTEMA: Monoclino
DUREZZA: 5,5 - 6,5
DENSITÀ: 3,50 - 3,56 
SFALDATURA: Facile
FRATTURA: Irregolare
COLORE: Verde scuro, nero
COLORE DELLA POLVERE: Grigiastro
LUCENTEZZA: Da vitrea a resinosa


Raramente si presenta in cristalli singoli, tozzi e di abito prismatico, più spesso in aggregati fascicolari raggiati, con lucentezza da vitrea a resinosa. Come tutti i pirosseni, mostra un'ottima sfaldatura secondo le facce del prisma verticale. 
Il termine puro è molto raro, poiché in natura forma generalmente miscele isomorfe con il diopside e la johannsenite.

CARATTERI DIAGNOSTICI - La hedenbergite è scalfibile con molta difficoltà dalla lama di un temperino. Non è solubile, ma fonde con una certa facilità formando una massa vetrosa nerastra e magnetica.

ORIGINE - Tipico minerale di genesi metamorfica, si trova negli skarn, rocce metamorfiche di contatto ricche di minerali di ferro.

GIACIMENTI - In Italia è stata rinvenuta in bellissimi cristalli a Traversella (Torino), a Capo Calamita (Isola d'Elba) e a Campiglia Marittima (Livorno),
Per quanTo riguarda le località straniere il minerale è stato scoperto ad Arendal in Norvegia e a Obihiro in Giappone, oltre che in Nigeria, Australia e varie zone dell'ex Unione Sovietica.




ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z