lunedì 14 luglio 2008

ZAFFIRO - SAPPHIRE - Varietà di CORINDONE (Ossidi - Oxides)



ZAFFIRO
(Vedi Corindone)

A rigore il termine zaffiro andrebbe applicato solo alla varietà azzurro-blu di corindone, ma di solito vengono chiamati zaffiri tutti i corindoni di colore diverso dal rosso. Lo zaffiro si rinviene generalmente in depositi alluvionali.
Principali località di provenienza sono quelle di Australia, Sri Lanka, Birmania e Thailandia.
Zaffiri di dimensioni eccezionali sono lo Star of India di 563 carati (Museo di Storia Naturale di New York) e lo Star of Asia di 330 carati (Smithsonian Istitution di Washington.
Il taglio più diffuso per lo zaffiro trasparente è quello faccettato ovale o rotondo, ma è facile trovare anche tagli a cuore, a baguette o a navette.
I cristalli sono per la maggior parte bipiramidi o prismaticobipiramidi. Prismi tozzi terminati da un ampio pinacoide danno allo zaffiro un aspetto discoidale.
Il minerale presenta geminazione polisintetica, raramente percepibile a occhio nudo; quando ciò è possibile si possono osservare fitte lamelle accostate e disposte con precisa orientazione geometrica.
Lo zaffiro è l'unica sostanza naturale di durezza 9 e può essere scalfito soltanto con il diamante, che è ancora più duro. Spesso è fluorescente ai raggi ultravioletti.
Lo zaffiro è un minerale di rocce metamorfiche; si trova però anche in rocce formatesi per consolidamento di magmi profondi poveri di silice.




PER BRUNA...
UNA PIETRA PREZIOSA PER UN'AMICA PREZIOSA





ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z