lunedì 8 febbraio 2016

KAINITE - Solfati (Sulphates)



KAINITE
KMgSO4Cl*3H2O

SISTEMA: Monoclino
DUREZZA:  2,5 - 3,0
DENSITÀ: 2,7 - 2,9
SFALDATURA: Perfetta
FRATTURA: Concoide
COLORE: Incolore, rossastro, grigiastro
COLORE DELLA POLVERE: Bianco
LUCENTEZZA: Vitrea, grassa


Forma masse granulari (generalmente in aggregati saccaroidi) e può presentarsi in cristalli ricchi di forme, incolori, rossastri o grigiastri.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Ha sapore salato e amaro. È solubile in acqua, facilmente fusibile e, se esposta alla fiamma, la colora di arancione.

ORIGINE - È un minerale assai diffuso nei depositi di sali potassici originati per evaporazione di bacini marini ristretti; insieme si trovano salgemma, silvite, carnallite, kieserite.

GIACIMENTI - Le località classiche della kainite sono Stassfurt in Sassonia (Germania), Kalus in Ucraina, Eddy County nel New Mexico (Usa). 
Si rinviene anche a San Cataldo e Pasquasia in Sicilia.

USI - La kainite trova largo impiego nella produzione di fertilizzanti potassici.