domenica 12 ottobre 2014

TETRAEDRITE - Solfuri (Sulphides)

Clicca immagine per ingrandire

TETRAEDRITE

I cristalli di tetraedrite, che raggiungono anche dimensioni ragguardevoli (persino oltre i 15 cm), sono comuni, spesso nitidi e ben definiti. L'abito più frequente è dato dal tetraedro, talvolta con i vertici modificati dalle facce di un altro tetraedro e con gli spigoli interessati dalle facce del cubo. Il minerale, però, si può trovare anche in masse compatte o granulari. 
La tetraedrite forma, insieme al corrispondente solfuro di rame e arsenico, la tennantite, una serie continua di composti intermedi, spesso contenenti quantità variabili di altri elementi, come per esempio la freibergite (argentifera). 
Il colore della tetraedrite è grigio acciaio o nero ferro; è in genere opaca, ma certe varietà, se in schegge sottilissime, lasciano passare una flebile luce rossastra. 
La lucentezza è tipicamente metallica, tal- volta assai viva. 
Abbastanza dura e pesante, la tetraedrite non mostra una distinta sfaldatura; è invece fragile, con frattura indistinta subconcoide.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Fonde facilmente ed è solubile in acido nitrico.

ORIGINE - Si trova di solito in filoni idrotermali oppure in giacimenti metamorfici di contatto di bassa e media temperatura, nei quali è associata soprattutto a vari minerali di rame, piombo, zinco e argento.

GIACIMENTI E USI - Numerosi giacimenti importanti sono sparsi nel mondo: cristalli eccezionali provengono da Zacatecas in Messico, da Tsumeb in Namibia, da Virginia, North Carolina, Colorado, Montana, Utah e ldaho negli Stati Uniti, da varie località di Perù, Bolivia, Inghilterra, Norvegia, Svezia, Svizzera, Germania, Repubblica Ceca, Ungheria. 
In Italia si trovano discreti campioni di tetraedrite nella Valle del Frigido e a Pietrasanta nelle Apuane, in Sardegna, nel Gran Paradiso (Aosta), a Boarezzo nel Varesotto, a Traversella (Torino). 
La freibergite è stata rinvenuta in Sicilia a Fiumedinisi (Messina) in distinti cristallini; la tennantite è conosciuta in tracce in Val Vedra nel Bergamasco, nel Vicentino, in Liguria e altrove.

É uno dei più importanti minerali del rame e dell'argento (quando contiene questo elemento).