domenica 6 marzo 2016

LAUMONTITE e LEONHARDITE - Silicati (Silicates)


LAUMONTITE
Ca(AlSi2O6)2*4H2O

SISTEMA: Monoclino
DUREZZA:  3,0 - 3,5
DENSITÀ: 2,2 - 2,35
SFALDATURA: Perfetta
FRATTURA: Irregolare
COLORE: Incolore, allocromarico

COLORE DELLA POLVERE: Bianco
LUCENTEZZA: Da vitrea a madreperlacea


La laumontite cristallizza sotto forma di individui con abito prismatico, allungati, fibrosi, di colore biancastro o giallognolo, talora rosato, dotati di lucentezza vitrea tendente alla madreperlacea.

CARATTERI DIAGNOSTICI - In acido cloridrico si scioglie, separando silice gelatinosa. Alla fiamma del cannello fonde con facilità. Sottoposta a moderato riscaldamento o per esposizione all'aria secca, cede acqua trasformandosi nella varietà opaca, friabile e parzialmente disidratata nota come leonhardite.

ORIGINE - La laumontite compare nelle cavità di rocce eruttive sia acide, quali i graniti e le pegmatiti, sia basiche, quali i basalti e i diabasi; talora si trova anche nelle litoclasi di rocce metamorfiche, nei filoni metalliferi e nelle rocce arenacee.

GIACIMENTI - Belle cristallizzazioni si hanno nelle druse dei graniti e delle pegmatiti dei Pirenei orientali, nelle cavità delle rocce effusive della Nuova Zelanda, nelle quarziti delle Ardenne, nelle cornubianiti della Norvegia settentrionale, nei diabasi del New Jersey (Usa) e nelle rocce basaltiche di Poona in India. 
Magnifici cristalli si osservano anche in Italia, nei geodi del granito di Baveno sul Lago Maggiore.


Leonhardite

ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z





Nessun commento: