lunedì 7 marzo 2016

BOULANGERITE - Solfuri (Sulfides)

   
 BOULANGERITE
Pb5Sb4S11

SISTEMA: Moniclino
DUREZZA:  2,5 - 3,0
DENSITÀ: 5,8 - 6,2
SFALDATURA: Perfetta
FRATTURA: Irregolare, flessibile
COLORE: Grigio, nero
COLORE DELLA POLVERE: Nero
LUCENTEZZA: Metallica

La boulangerite è uno dei solfosali più comuni; si presenta sotto forma di aggregati compatti fibrosi, di color grigio piombo, e ancora più spesso in masse feltrate di cristalli aciculari assai sottili. L'associazione più frequente è con blenda, galena, antimonite, siderite ecc.

CARATTERI DIAGNOSTICI - In masse feltrate si può confondere facilmente con altri solfosati contenenti antimonio e piombo, quali soprattutto la jamesonite e la zinkenite.

ORIGINE - Si trova in filoni metalliferi con solfosali di piombo, galena e pirite; può anche essere associata a quarzo e dolomite.

GIACIMENTI - Da segnalare i magnifici campioni provenienti dalle miniere del Bottino in Toscana, da Molières in Francia, da Pribram in Boemia e da numerose località dell'America Settentrionale e Meridionale e del Giappone. Come rarità si trova in esilissimi "capelli" nei geodi del marmo di Carrara.

USI - La boulangerite viene estratta industrialmente per la produzione del piombo.




ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z



Nessun commento: