sabato 9 gennaio 2016

BRUCITE - Ossidi e Idrossidi (Oxides and Hydroxides)

    
BRUCITE

KAlSi3O8

SISTEMA: Monoclino
DUREZZA: 6,0 - 6,5
DENSITÀ: 2,55 - 2,63
COLORE: Incolore, allocromatico
LUCENTEZZA: Vitrea


I cristalli, piuttosto rari, sono generalmente tabulari, a contorno esagonale. Più comuni le masse scagliose, più o meno compatte. 
Il colore è generalmente bianco, con viva lucentezza madreperlacea sulle superfici di sfaldatura: non mancano gli esemplari verde-azzurro o giallo-rosa, che passa facilmente al bruno per alterazione.

CARATTERI DIAGNOSTICI - È facilmente solubile negli acidi, senza dare segni di effervescenza e nemmeno gel di silice.

ORIGINE - Sì può osservare, come prodotto idrotermale, nelle vene di rocce serpentinose o cloridriche, associata a vari carbonati di magnesio e anche ad aragonite, magnesite o cromite; inoltre, si trova in alcune rocce calcaree cristalline (marmi) quale prodotto di alterazione del periclasio.

GIACIMENTI E USI - Famose per la bellezza e la grandezza dei cristalli (fino a 15 centimetri di diametro) sono le miniere di cromite situate presso Texas in Pennsylvania. 
In Europa si hanno dei buoni esemplari in Stiria, nelle Shetland (Scozia) e negli Urali. 
In Italia si osserva in notevole quantità a Carro, presso il Passo del Bracco (La Spezia),in filoni costituiti dal minerale (bianco) allo stato spatico e assai raramente da cristalli distinti.

La brucite è usata per I'estrazione del magnesio e come materiale refrattario.




ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z

Nessun commento: