martedì 25 dicembre 2007

AVVENTURINA - Varietà di quarzo (Aventurine, variety of quartz)


Clicca immagine per ingrandire

L'avventurina non si presenta mai in cristalli ben formati, ma in ammassi granulari di quarzo incolore con numerosissime inclusioni cristalline distribuite caoticamente: su di esse la luce viene riflessa in modo puntiforme, generando il fenomeno dell"'avventurinamento", un intenso luccichio dovuto alle inclusioni.

GIACIMENTI E USI - L'avventurina (che più propriamente dovrebbe essere considerata una roccia piuttosto che un minerale) non e molto diffusa: i principali giacimenti sono quelli dell'India e dell'Egitto, sfruttati principalmente in passato, della Russia, del Brasile, del Cile e della Spagna.  E' stata osservata in Val di Susa (Torino). 
Le avventurine sono utilizzate solo in gemmologia,


USO GEMMOLOGICO - L'avventurina viene prevalentemente tagliata in sfere per collane, oppure in bottoni e cabochon con forme ovali per spille e pendenti; è più raro il taglio in cerchi a sezione rotonda per bracciali. 
In passato veniva utilizzata per creare vasellame e bottiglie, attualmente anche per piccole sculture.





2 commenti:

Ondamagis ha detto...

Per il momento ho finito la sezione A del blog pietraio. I commenti stupefatti ormai li conosci già, soprattutto se si tratta di pietre dai colori unici, come queste, e diversi, per giunta! Buon fine settimana anche a te. Mandini e bacini

Tizyana ha detto...

Quarzo azzurro e quarzo verde, entrambi affascinanti!