giovedì 13 novembre 2014

WAVELLITE - Fosfati (Phosphates)


WAVELLITE

Al3(PO4)2(OH)3*5H2O

Sistema - Rombico
Durezza - 3,5 - 4,0
Densità - 2,3 - 2,4
Colore - Variabile
Lucentezza - Vitrea 

Si presenta in aggregati discoidali o globulari, fibroso-raggiati, di cui molto raramente le estremità dei singoli individui sono terminate; talora è anche stalattitica. 
Il colore è assai variabile: bianco, bianco-verdastro, giallo, bruno, azzurro, grigio pallido.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Solubile negli acidi forti. Riscaldata, si sfoglia e tende al bianco. Riscaldata in un contenitore chìuso, produce acqua.

ORIGINE - Si tratta di un minerale secondario diffuso in alcune rocce alluminose di basso metamorfismo e in taluni depositi limonitici o fosfatici.

GIACIMENTI E USI - La wavellite e assai diffusa in parecchie località della Boemia; a Montebras in Francia si rinviene in aggregati discoidali raggiati di colore pallido. 
Da scisti argillosi presso Barnastaple, nel Devonshire (Gran Bretagna) proviene la wavellite originaria, generalmente gialla o giallo-bruna.
 In Italia e nota in alcune trachiti del Lazio (Tolfa, Manziana).

I giacimenti maggiori sono sfruttati per ottenere concimi fosfatici.


Nessun commento: