mercoledì 5 novembre 2014

FASSAITE - Silicati (Silicates)


FASSAITE

Ca(Mg, Fe, Al)(Si, Al)2O6

Sistema - Monoclino
Durezza - 6
Densità - 2,96 - 3,34
Colore - Giallo-verdastro, verde
Lucentezza - Vitrea

Fassaite è una varietà di augite con un bassissimo contenuto di ferro. Il nome deriva dalla Val di Fassa, l'Italia.

Si è pensato per essere un minerale contatto formata ad alta temperatura sull'interfaccia tra rocce vulcaniche e calcaree. Si segnala inoltre in meteoriti 

Quasi a dimostrare la grande variabilità delle specie comprese nel gruppo dei pirosseni, è stato di recente ipotizzato che i minerali conosciuti come fassaite appartengano a due specie diverse: una sarebbe un termine ferrifero della serie diopside-hedenbergite, l'altra un termine della serie dell'augite con poche quantità di ferro.
Il minerale si presenta in individui prismatici tozzi, ricchi di facce, di colore verde più o meno scuro a seconda della quantità di ferro contenuta.

CARATTERI DIAGNOSTICI - Non scalfibile, fonde difficilmente e non viene attaccata dagli acidi.

ORIGINE - È un tipico minerale di contatto, formatosi in seguito alle modificazioni chimico-fisiche provocate dalla risalita di un magma nelle rocce incassanti, nel caso specifico calcari impuri. Si trova anche in alcuni proietti vulcanici.

GIACIMENTI - Bellissimi cristalli sono stati scoperti al Lago della Vacca sull'Adamello (Brescia), a Brosso e a Traversella (Torino). È presente anche in Val di Fassa (Trento), a Tiriolo (Catanzaro) e in proietti vulcanici a Pitigliano (Grosseto), Ariccia (Roma) e sul Vesuvio.
All'estero esemplari interessanti sono noti negli Stati Uniti (Montana), in Scozia, Svezia e Sri Lanka.




Nessun commento: