lunedì 26 ottobre 2015

BENITOITE (Silicati - Silicates)



BENITOITE

BaTiSi3O9

SISTEMA: Esagonale
DUREZZA: 6,5
DENSITÀ: 3,65 - 3,7
COLORE: Blu o incolore, allocromatico
LUCENTEZZA: Vitrea



La benitoite è una delle gemme rare più belle, di colore blu o più raramente rosa, bianco e incolore, talvolta con evidenti zonature; la causa della sua colorazione è da imputarsi a impurezze dì ferro associate alla presenza del titanio. I cristalli hanno abito tipicamente bipiramidato a sezione triangolare, molto spesso appiattito lungo l'asse verticale della bipiramide; sono in genere trasparenti e presentano una lucentezza vitrea. 
Si tratta di un minerale di una certa durezza, mediamente fragile e con frattura concoide.

CARATTERI DIAGNOSTICI -  Una delle principali caratteristìche dì questa gemma è il suo fortissimo pleocroismo - apprezzabile anche a occhio nudo - grazie al quale il cristallo può apparire di colore blu o incolore nelle diverse direzioni di osservazione. La benitoite, inoltre, presenta una tipica fluorescenza blu brillante se esposta aì raggì ultravioletti a corta lunghezza d'onda.

GIACIMENTI - L'unico giacimento utile ai fini gemmologici è quello californiano della contea di San Benito: qui la benitoite, presente assieme a diverse altre specie rare, si è formata in filoncelli idrotermali ricchi di zeoliti, situate all'interno di micascisti al contatto con rocce serpentinose. In rari esemplari, la gemma è stata segnalata anche nel Texas e in Belgio.

USO GEMMOLOGICO - La direzione lungo la quale il cristallo di benitoite appare in un bel colore blu non coincide solitamente con quella di appiattimento della gemma: per questo motivo il taglio, per lo più  a gradini, non permette di sfruttare al meglio il volume del cristallo, generalmente già piccolo in origine.




ORDINE ALFABETICO DI TUTTI I MINERALI
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Z


Nessun commento: